Pesto alla Salvia fresca


pesto di salvia

La salvia (nome scientifico salvia officinalis) è una pianta odorosa appartenente alla famiglia delle Laminaceae. Dal portamento cespuglioso e dal fogliame fitto di colore grigio-verde, sprigiona il caratteristico aroma.

È un arbusto perenne e sempreverde. Si riconosce facilmente in virtù delle caratteristiche foglie lanceolate leggermente vellutate e dei fiori blu-viola. Cresce spontaneamente nelle zone litoranee fino a 800 metri di altitudine, ed è diffusa in centinaia di specie diverse coltivate e selvatiche. Tipica dell’area mediterranea ha un’antica tradizione di uso in cucina. Ma anche una grande tradizione come pianta medicinale: il suo nome scientifico, salvia officinalis, deriva infatti dalla parola latina salvus, cioé ‘sano’. I Greci e i Romani consideravano la salvia una pianta sacra, che poteva essere raccolta solo da pochi eletti. In particolare nell’Antica Roma era considerata come rimedio contro tutti i mali. I cinesi poi la consideravano simbolo di longevità. Nel Medioevo veniva usata come cicatrizzante sulle ferite e piaghe più difficili. I principi attivi e benefici sono contenuti nelle foglie che sono ricche di flavonoidi. Aiuta gli organi digestivi in casi di sovraccarico e di dilatazione addominale, svolge funzione coleretica. Infatti stimola la produzione della bile, e antispasmodica per stomaco e intestino, perché agisce come rilassante della muscolatura liscia. Per questo è utile in caso di intestino irritabile, spasmi all’apparato digerente o contro i dolori mestruali. È una piante officinale usata in fitoterapia, dalle cui foglie si ricava l‘olio essenziale. Ha proprietà antisettiche e balsamiche, ed è ideale in caso di infezioni intestinali e in quelle della bocca e come cicatrizzante per ferite, e per curare raffreddore, tosse, mal di gola e febbre. Ricca di vitamine B1 e C e di un olio essenziale contenente tujone, che conferisce il tipico odore e sapore. I flavonoidi (luteolinasalvigeninagenkwaninacirsimaritina ed ispidulina) invece esercitano un’azione estrogenica, ed infatti la salvia ha sempre avuto la fama di pianta per i disturbi tipicamente femminili. Regolarizza il flusso mestruale, attenua i disturbi del ciclo e della menopausa, soprattutto le vampate di calore, e favorisce il flusso mestruale in caso di amenorrea, perché stimola il sistema ormonale femminile.

cart Lista ingredienti:

  • 40 foglie di salvia fresca
  • 100 g di pinoli
  • 50 g di parmigiano reggiano
  • 50 g di pecorino romano
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale grosso
  • olio extra vergine di oliva

time Tempo di preparazione: 5 minuti

Lavate ed asciugate bene le foglie di salvia. In un padellino fate tostare i pinoli qualche minuto affinchè sprigionino tutti i loro profumi.

Mettete in un mixer la salvia, l’aglio sbucciato e privato dell’anima centrale, i pinoli tostati, i formaggi ed il sale (poco poichè i formaggi conferiscono una grande sapidità). Tritate qualche secondo ed aggiungete l’olio poco alla volta.

Il pesto alla salvia è un’ottimo condimento per gli spaghetti, che andrete a mantecare con un pò di acqua di cottura per fluidificare il sugo. Rimarrete piacevolmente colpiti dai profumi di questa preziosa spezia.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Visitando, scorrendo e continuando la lettura accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi