Fregola alla mediterranea


fregola alla mediterranea

La fregola è una piccola pasta tipica della Sardegna, costituita da piccole palline di grano duro e acqua, lavorate a mano e tostate nel forno. Come suggerisce la forma, la fregola viene spesso chiamata cous cous italiano o cous cous sardo, vista la somiglianza alla tipica pietanza mediorientale, tuttavia, le origini di questa pasta sono ancora avvolte nel mistero e affondano le radici in tempi antichi. E’ erroneamente chiamata Fregola dall’industria alimentare, ma in realtà il suo vero nome è fregula. Un termine di derivazione latina (ferculum) che, associato ai verbi quali sminuzzare, frammentare e frisare, potrebbe tradursi con la parola “briciola”. Preservato come Patrimonio Tradizionale Sardo, la preparazione della fregola è un “rito” casalingo:

  • La semola, disposta su un piatto largo e fondo, viene impastata e lavorata con dell’acqua tiepida e salata.
  • Poi, attraverso un abile movimento circolare delle mani, uno “sfregamento” per l’appunto, si ottengono i granelli tipici della fregola.
  • Questi ultimi vengono poi lasciati asciugare su di un telo e, dopo un processo di tostatura al forno di circa 15 minuti, assumono il caratteristico colore dorato e il particolare sapore che rendono unico questo tipo di pasta.  Nella tradizione culinaria sarda la fregola viene utilizzata per primi a base di pesce e crostacei, o per la preparazione di minestre.

cart Lista ingredienti:

  • 350 g di fregola
  • 4-5 cuori di merluzzo surgelati
  • 5-6 acciughe sott’olio
  • olive nere denocciolate
  • pomodorini datterino freschi
  • origano
  • aglio
  • sale
  • pepe nero
  • olio extravergine di oliva

time Tempo di preparazione: 15 minuti

In abbondante acqua salta cuocete la fregola seguendo le indicazioni del produttore, solitamente cuoce intono ai 10-15 minuti.

In una padella antiaderente fate imbiondire due spicchi d’aglio in olio, aggiungete i pomodorini tagliati a pezzetini e fate rolosare ancora qualche minuto.

Aggiungete il merluzzo decongelato, sciaquato e asciugato bene con della carta assorbente, chiudete il coperchio e fate cuocere per circa 15 minuti. Quando il pesce sarà ben cotto e spezzettato, aggiungete le acciughe, le olive, abbondante origano ed aggiustate infine di sale e pepe.

Fate cuocere per altri 10 minuti, scolate la fregola ed aggiungetela al sughetto mescolando bene.

Lasciate riposare per qualche minuto coperto in modo che i sapori si integrino e servite calda con un filo d’olio ed un’ottimo Vermentino di Sardegna Doc fresco.

Gustosissimo ed insolito primo piatto, potete prepararlo con il pesce che più preferite o che riuscite a trovare fresco al mercato.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Visitando, scorrendo e continuando la lettura accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi