Il Broccoletto di Custoza fritto


broccoletto-di-custoza-fritto

La zona di produzione del Broccoletto di Custoza é ristretta al solo territorio della frazione di Custoza comprendente le seguenti località (citiamo volutamente i nomi in gergo): Valle molini, Monte Ossario, Bagolina, Cavalchina, Montegoi, Staffalo, Cappello, Monte Tamburino Sardo, Baracca, Monte Rico, Cà del magro. Il broccoletto di Custoza appartiene alla famiglia delle “brassicaceae”, meglio nota con il nome classico di “cruciferae”. E’ una pianta che presenta un fusto breve o addirittura sub nullo, foglie poco numerose,situate a livello del suolo, avvolgenti lassamente l’inflorescenza che ha rami abbreviati ed ingrossati.
ll fiore a quattro petali disposti a croce da cui il nome di crocifere. ll frutto secco, detto siliqua, si apre in due valve e contiene piil semi attaccatl ad un setto mediano che sta tra le valve stesse. L’apparato radicale e di tipo fascicolare.
Il broccoletto di Custoza si deve presentare sano, pulito ed in particolare privo di terra e di residui di fertilizzanti o antiparassitari.
Le foglie devono essere esenti da danni da gelo (foglie marce) e prive di odori sgradevoli o di sapori strani. Tutte le fasi di produzione, passando dalla semina alla raccolta, vengono seguite dagli stessi produttori associati al fine di garantire l’autenticità del prodotto finale una volta che raggiungerà il consumatore finale.
La produzione del si tramanda da generazioni, Ie coltivazioni dislocate nelle varie località rendono possibile una selezione naturale, che nel territorio trova Ia massima espressione in termini di geminazione. La raccolta del Broccoletto si é fissata da novembre a febbraio, essa puà avvenire completamente a mano o con l’ausilio di macchine agevolatrici. Il prodotto visto la propria stagionalità non prevede nessun tipo di conservazione, anche perché dal produttore passa direttamente al consumatore. II Broccoletto di Custoza si distingue anche per le intrinseche qualità organolettiche, a tal proposito possiede importanti qualità anticancerogene e antimutagene visto l’elevato contenuto in sostanze antiossidanti L’alta concentrazione in sostanze antiossidanti é sinonimo di rafforzamento delle difese immunitarie. II broccolo contiene per il 90% acqua e per il rimanente sali minerali (calcio, ferro, fosforo, potassio), zuccheri, vitamine, fibre alimentari e succhi cellulari.
La tradizione vuole che il Broccoletto inizia ad affermarsi ed apprezzarsi dopo primi freddi, infatti la pianta alI’arrivo delle prime gelate, per difendersi dal freddo riduce la presenza dl acqua nei tessuti e aumenta la concentrazione in succhi cellulari. La tipologia dei terreni, il clima, Ia diffusa presenza e la costanza di esperti produttori ha fatto s che negli anni il Broccoletto di Custoza assumesse importanza per il territorio. L’area della frazione di Custoza é caratterizzati dalla presenza di terreni di origine morenica di natura prevalentemente calcarea, argilloso-calcarea e ghiaioso-sabbiosa con esclusione di terreni umidi. L’argilla assume comunemente il termine di “crea” ed é senz’altro Ia parte piU attiva dal punto di vista della reattività chimica, della nutrizione dei vegetali e della capacita di trattenere acqua. Il clima in zona é quello temperato della riviera gardesana che favorisce Ia crescita della coltura. Le precipitazioni annue si aggirano sui 700-800mm, le temperature medie stazionano sul 12°C con punte che vanno dai -10°C ai +38°C. L’impronta pedoclimatica quindi contribuisce in qualità e sostanza nella coltivazione di questo ortaggio, che trova nel territorio di Custoza un habitat perfetto al proprio sviluppo ed al mantenimento di una tradizione che da anni vanta.

cart Lista ingredienti per 4 persone:

  • 1 mazzo di Broccolo di Custoza
  • 150 g di farina 00
  • 150 g di fecola di patate
  • 200 g di acqua frizzante
  • olio di girasole

time Tempo di preparazione: 20 minuti

In una ciotola mescolate la farina con la fecola setacciate, unite poco alla volta l’acqua fino ad ottenere un composto omogeneo e denso che lascerete riposare in frigo per almeno 1 ora.

Mondate il Broccoletto, lavatelo e tagliatelo a pezzetti, utilizzando solo le parti più tenere o le foglie, le parti più coriacee saranno ottime per altre preparazioni. Infarinatelo quindi leggermente, eliminando la farina in più.

Prelevate la pastella ed unite qualche cubetto di ghiaccio; quando sarà sciolto immergete le verdure nella pastella e subito nell’olio bollente, che avrete scaldato in un’ampia padella per frittura.

Cuocete per qualche minuto girandoli delicatamente, per ottenere una cottura omogenea, fino a quando saranno dorati e croccanti.

Scolate ed asciugate su carta da cucina, salate e servite caldi, insieme ad un buon calice di fresco Custoza Spumante Brut. Ottimo aperitivo, antipasto o come contorno ad un secondo piatto leggero; questa superba verdura vi stupirà.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Visitando, scorrendo e continuando la lettura accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi