Zucchine tonde ripiene di Asiago DOP stravecchio


zucchine ripiene con asiago stravecchio

Abbiamo utilizzato nella ricetta della polenta fritta con Asiago DOP, la variante fresca di questo eccellente formaggio. Sia L’Asiago Fresco che quello Stagionato si producono in una zona che va dai prati della pianura padana agli alpeggi dell’Altopiano di Asiago e del Trentino. La zona di raccolta del latte e di produzione del formaggio comprende la provincia di Vicenza, Trento e una parte di Padova e Treviso. Oggi utilizzeremo la variante stagionata, molto più accattivante ed aromatica. L’Asiago Stagionato si caratterizza appunto dal gusto saporito e dalla personalità decisa. Va masticato lentamente sino a cogliere l’esplosione delle note aromatiche. Può essere mezzano (da 4 a 6 mesi di stagionatura), vecchio (oltre i 10 mesi di stagionatura) o stravecchio (oltre i 15 mesi di stagionatura). Scaldato o mangiato nella sua naturalezza riempirà il vostro palato di gusto ed emozione.

cart Lista ingredienti per 4 persone:

  • 4 zucchine della variante tonda
  • Asiago DOP stravecchio
  • 1 fetta di prosciutto cotto di qualità
  • 4 uova fresche
  • prezzemolo fresco
  • basilico fresco
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine di oliva

time Tempo di preparazione: 15 minuti

Tagliate la calotta superiore delle zucchine, lavatele sotto acqua corrente e svuotatele con l’aiuto di un cucchiaino facendo attenzione a non romperle. Lessatele in acqua bollente salata per pochi minuti:; scolatele e fatele intiepidire. Frullate la polpa che avete estratto dalle zucchine con una manciata di prezzemolo, qualche foglia di basilico, del sale, pepe e un filo d’olio, ottenendo una crema densa.

Riempire le zucchine svuotate con dei pezzettoni di formaggio, un cucchiaio di crema di zucchine, qualche straccetto di prosciutto ed adagiare su ogni zucchina così preparata un cucchiaio di uovo crudo leggermente sbattuto e regolare di sale e pepe. Adagiare le zucchine e le calotte su una teglia da forno e condire con dell’olio. Infornate a 180 gradi per 30 minuti circa, fino a quando l’uovo sarà ben rappreso.

Servite accompagnando gli “scrigni” con le loro calotte semichiudenti le sfere, con del pane toscano non salato tostato e con un buon vino bianco tipo Grechetto Transimeno, morbido, profumato e di buona struttura ed acidità.

Piatto veloce, molto coreografico, adatto ad un ricco antipasto o, vista la completezza e l’equilibrio degli ingredienti, anche ad un secondo piatto leggero e di grade gusto.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Visitando, scorrendo e continuando la lettura accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi