Torta soffice di carote e Arancia rossa di Sicilia IGP


torta di carote e arancia rossa di sicilia igp

Ovviamente per la preparazione del nostro dolce useremo l’aiuto dell’Arancia rossa di Sicilia IGP. La definizione Arancia rossa di Sicilia (IGP) è usata per individuare alcune varietà di arance a Indicazione geografica protetta (IGP) coltivate in numerosi centri delle province di Catania, Enna, Ragusa e Siracusa. Le arance si presentano con buccia di colore arancio acceso con sfumature rosse variabili a seconda delle varietà e del momento di raccolta e sapore dolce.
La denominazione IGP riconosce come arance rosse di Sicilia le varietà Tarocco con i cloni Tarocco comune, Tarocco Galice, Tarocco gallo, Tarocco del muso, Tarocco nucellare 57-1E-1 e 61-1E-4, Tarocco Catania e Tarocco Scirè.; Moro con le varietà e i cloni Moro comune, Moro di Lentini, Moro nucellare 58-8D-1; Sanguinello con le varietà ed i cloni Sanguinello comune, Sanguinello moscato, Sanguinello moscato nucellare 49-5-3 e 49-5-5, Sanguinello moscato Cuscanà. La varietà Tarocco si pensa nasca da una mutazione gemmaria del comune Sanguinello scoperta in un agrumeto di Francofonte tra otto e novecento. La maturazione nei terreni in collina e meglio esposti inizia a metà di dicembre e termina, nelle aree tardive, verso metà maggio. I frutti sono di grosso calibro con forma sferica tendente all’ ovoidale. Questa varietà si distingue inoltre per il cosiddetto collare o “muso”, più o meno prominente. Il colore della buccia è giallo-arancio, arrossato su metà della superficie. La polpa, priva di semi, è giallo arancio, con pigmentazioni rossastre più o meno intense a seconda del momento di raccolta, mediamente succosa e di sapore eccellente. Quella Moro, originaria della zona di Lentini e ora diffusa nelle aree di Catania e Siracusa, questa cultivar è la prima a maturare tra le arance rosse: è possibile gustarla dai primi di dicembre a metà marzo. E “di calibro” medio con forma fra la sferica e l’ovoidale; la buccia è arancione con sfumature rosso vinose; la polpa, senza semi, è interamente di colore rosso scuro, specialmente a maturazione avanzata. Il colore del succo è sanguigno per la presenza di antociani (pigmenti naturali) nella polpa e nella buccia. La resa in succo è elevata ed il sapore molto gradevole e leggermente acidulo. La varietà Sanguinello è presente da lungo tempo nelle aree arancicole delle province di Catania e Siracusa. Insieme al Sanguinello moscato, è la più importante cultivar italiana di media stagione: infatti la maturazione inizia in febbraio ma il grosso della raccolta avviene tra marzo e aprile. I frutti sono di calibro medio con forma oblunga o sferica; la buccia è di colore arancio intenso con sfumature rosse. La polpa, senza semi o quasi, è di colore arancio con numerose screziature sanguigne, molto succosa e di sapore eccellente. La zona di produzione dell’ Arancia Rossa di Sicilia comprende i comuni idonei alla coltivazione della Sicilia orientale della provincia di Catania e dei comuni di Adrano, Belpasso, Biancavilla, Caltagirone, Castel di Iudica, Catania, Grammichele, Licodia Eubea, Mazzarrone, Militello in Val di Catania, Mineo, Misterbianco, Motta Sant’Anastasia, Palagonia, Paternò, Ramacca, Santa Maria di Licodia, Scordia, Randazzo (limitatamente all’area denominata “Isola di Spanò”); della provincia di Enna e dei comuni di Catenanuova, Centuripe, Regalbuto, Troina (limitatamente all’area denominata “Cugno di Troina”); della provincia di Ragusa e dei comuni di Acate, Chiaramonte, Comiso, Vittoria; e della provincia di Siracusa e dei comuni di Augusta, Buccheri, Carlentini con la frazione di Pedagaggi, Floridia, Francofonte, Lentini, Melilli, Priolo Gargallo, Siracusa, Solarino, Sortino.

cart Lista ingredienti:

  • 200 g di farina 00
  • 250 g di carote piccole e fresche
  • 200 g di zucchero
  • 100 g di mandorle in lamelle
  • 3 uova fresche
  • 1 Arancia di Sicilia IGP
  • 150 g di olio di semi
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • sale

time Tempo di preparazione: 15 minuti

In una ciotola capiente montate, con l’aiuto di uno sbattitore elettrico, le uova con lo zucchero fino ad ottenere una crema bianca e spumosa.

Pelate, lavate ed asciugate le carote, quindi con un mixer tritatele finemente.

Aggiungete le carote all’uovo con lo zucchero, successivamente l’olio e la farina setacciata; mescolate bene ed aggiungete quindi il succo dell’arancia. Aggiungete quindi il lievito, un pizzico di sale per la lievitazione, la scorza dell’arancia gratuggiata e le mandorle, conservandone qualcuna per la guarnizione. Mescolate delicatamente.

Imburrate ed infarinate una tortiera apribile, versateci l’impasto, aggiungete qualche mandorla, scaldate il forno a 180 gradi e cuocete per circa 40 minuti, verificando comunque la cottura al centro con il classico stecchino.

Servite spolverata con dello zucchero a velo.

Ottimo dolce, sano e dai sapori caldi ed avvolgenti è adatto alla prima colazione, ad uno spuntino pomeridiano  o come dessert a fine pasto, accompagnata da un calice di Malvasia spumante.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Visitando, scorrendo e continuando la lettura accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi