Torta di borlotti con farina di tapioca


torta-di-fagioli-borlotti-e-farina-di-tapioca

La farina di Tapioca è una farina amidacea estratta dalla radice della manioca, botanicamente nota come Manihot esculenta. La manioca è una specie botanica originaria del Brasile settentrionale (è per questo che è nota come arrowroot brasiliana) ma si è diffusa rapidamente in tutto il continente sudamericano. La manioca è stata esportata in Europa dai portoghesi e dagli spagnoli, oggi questa pianta è coltivata in tutto il Mondo, compreso il continente africano e asiatico. La manioca è un alimento molto versatile: fresco si usa per la preparazione di zuppe, minestre, contorni o primi piatti. La manioca fresca, affettata e speziata, dà vita a gustose chips aromatizzate. La farina di tapioca si pone tra le alternative alla farina bianca, può essere usata come addensante in zuppe, minestre o creme e per la preparazione di prodotti da forno. La casabe è una sottile focaccia a base di farina di tapioca, è senza lievito ed è usato come pane dalle popolazioni indigene dell’America Latina. La farina di tapioca è solo una delle forme in cui è trasformata la radice di manioca. Gli amidi della manioca danno vita, oltre alla farina di tapioca, anche ai fiocchi di tapioca, a una polvere solubile in acqua, a chicchi grossolani, a bastoncini rettangolari traslucidi o alle cosiddette perle di tapioca. Tutte le forme di tapioca appena citate sono date sempre da amido. Al contrario della farina che può essere usata immediatamente, i fiocchi, le perle d tapioca e i bastoncini, prima dell’utilizzo, devono essere re-idratati e messi a bagno prima della cottura. Da un punto di vista nutrizionale, la tapioca non può vantare proprietà allettanti. Il profilo di acidi grassi non annovera i popolarissimmi omega-3 o omega-6. La farina di tapioca è costituita principalmente da carboidrati. E’ a basso contenuto di grassi saturi, di proteine e di sodio. Non apporta significativi sali minerali o vitamine. Non è una fonte di fibre alimentari. Si tratta di una farina senza particolari glorie nutrizionali, tra i suoi vantaggi è che può essere annoverata nell’elenco delle farine senza glutine,.

cart Lista ingredienti:

  • 300 g di fagioli borlotti secchi
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 100 g di farina di tapioca
  • 100 g di zucchero di canna
  • 1 stecca di cannella
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bicchiere di latte vegetale
  • 1 stecca di vaniglia
  • alloro
  • olio extravergine di oliva

time Tempo di preparazione: 20 minuti

Mettete a bagno i fagioli per almeno 12 ore; cuoceteli in acqua con una foglia di alloro e la stecca di cannella per circa  un’ora e mezza; eliminate l’alloro e la cannella e con un mixer ad immersione fateli diventare una morbida crema e lasciate poi freddare.

Unite la farina di tapioca, il lievito, lo zucchero, la vaniglia e l’olio. Sciogliete a bagnomaria metà del cioccolato che avrete sciolto con poco latte ed unitelo all’impasto.

Oliate leggermente una tortiera e versateci il composto; cuocete per circa 45 minuti a 180 gradi.

Sfornate, attendete che si freddi e ricoprire con il restante cioccolato sciolto con poco latte.

Servite come dolce a fine pasto accompagnando con un buon Moscato; il sapore deciso ed alternativo di questo dolce vi piacerà tantissimo.

 

CONDIVIDI QUESTA RICETTA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Visitando, scorrendo e continuando la lettura accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi