Risotto con Prosecco di Valdobbiadene e Vezzena Stravecchio


traditional italian dish - risotto - isolated white

Il Vezzena è uno dei formaggi più antichi della tradizione casearia trentina ed è prodotto esclusivamente con latte delle vacche dell’Altopiano di Vezzena (TN). Ricercato per le sue proprietà organolettiche (dovute alle particolarità delle erbe dei pascoli di Vezzena) è un presidio Slow Food (soltanto quello prodotto in estate con latte di alpeggio). Il Vezzena è messo in commercio dopo 18 mesi (vecchio) 0 24 mesi (stravecchio). Si presenta di pasta granulosa, di colore tendente al giallo, con occhiatura finissima quasi assente, di consistenza burrosa e di sapore gradevolmente amarognolo, non eccessivamente piccante. La tecnica di produzione è quella classica dei formaggi semigrassi alpini, ma il Vezzena è unico per le essenze degli alpeggi dell’altopiano e per la lunga stagionatura. Vi innamorerete della burrosità e degli aromi particolari che sprigiona a seconda del periodo di pascolo.

cart Lista ingredienti per 4 persone:

  • 42o g di riso Vialone Nano
  • 1 cipolla bianca
  • 150 ml di Prosecco di Valdobbiadene DOC
  • 200 g di Vezzena
  • brodo vegetale
  • pepe nero

time Tempo di preparazione: 30 minuti

In una pentola a bordi alti fate imbiondire la cipolla tagliata finemente con un filo d’olio; aggiungere un mestolino di brodo se si dovesse asciugare troppo. Quando sarà trasparente, aggiungere il riso e fate tostare a fiamma vivace. Aggiungete il Prosecco e fate evaporare. Aggiungere quindi anche il brodo bollente fino a coprire il riso. Fate cuocere, aggiungendo un mestolo di brodo bollente nel caso in cui si asciugasse troppo, per un tempo indicato nella confezione del produttore che avrete scelto. A fine cottura spegnete la fiamma e mantecate con il Vezzena tagliato a dadini e una grattata di pepe nero.

Servite caldissimo con qualche dadino di Vezzena che avrete avanzato, qualche filo di erba cipollina per dare colore ed una bottiglia del buon trentino Teroldego Rotaliano, esalterà i sapori in modo inarrivabile.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Visitando, scorrendo e continuando la lettura accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi