Pizza con Prosciutto di Parma DOP e fichi


pizza prosciutto di parma e fichi

Il Prosciutto crudo di Parma non ha bisogno di presentazioni; conosciuto in tutto il mondo dai sapori e profumi frutto di una qualità della materia prima eccellente e di una lavorazione attenta e magistrale in ogni momento della produzione. Un prodotto buono, sano e genuino senza aggiunta di conservanti e additivi. La sua dolcezza ha conquistato davvero tutti.

cart Lista ingredienti:

  • 25 grammi di lievito di birra in granuli
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 2 cucchiaini di sale
  • 500 g di farina 00
  • 2 cucchiai di olio di oliva
  • Prosciutto crudo di Parma DOP
  • fichi freschi Morettina maturi
  • sale pepe
  • olio extravergine di oliva

time Tempo di preparazione: 20 minuti

Preparate la pasta per la pizza mettendo il lievito in una ciotola ampia, lo zucchero e  la farina setacciata; aggiungere l’acqua, l’olio e un pizzico di sale. Impastare energicamente fino ad ottenere una pasta liscia. Nel caso in cui la pasta risulti troppo dura aggiungere un filo di acqua o latte, in caso contrario pochissima farina. Fate riposare seguendo le istruzioni del lievito che avrete scelto.

Stendete la pasta su una teglia da forno coperta da carta forno creando una pizza tonda o rettangolare, come preferite, conditela con un filo d’olio e una macinata di sale e cuocetela in forno a 200 gradi per circa 10 minuti, dipende dall’altezza della pasta; provate comunque a sollevare la pasta e se si stacca in modo omogeneo è pronta.

A cottura ultimata, finchè la pasta si raffredda un pochino, preparate i fichi sbucciati e tagliati a pezzettoni. La varietà dei frutti è a vostra discrezione, io consiglio le piccole , saporitissime e dolcissime Morettine.

Condite la pizza con fette di Prosciutto crudo a volontà, i fichi a piacere, sale, pepe ed olio extravergine di oliva. Ottimo come aperitivo gustoso e particolare, ma anche come piatto unico completo grazie all’equilibrio e alla bontà degli ingredienti.

Servite a fette con un buon calice dell’Altotesino Lagrein rosso.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Visitando, scorrendo e continuando la lettura accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi