Party con piadine caserecce senza strutto


piadine fatte in casa

La piadina è composto da una sfoglia di farina di grano, strutto od olio di oliva, bicarbonato o lievito, sale e acqua, che viene tradizionalmente cotta su un piatto di terracotta, detto teglia (teggia in romagnolo), ma oggi più comunemente viene cotta su piastre di metallo oppure su lastre di pietra refrattaria chiamate “testo”.

A seconda della zona di preparazione ci sono alcune differenze tra piadina e piadina, per quanto riguarda la forma e la consistenza. Nel ravennate, nel forlivese e nel cesenate è spessa e soffice, mentre nel riminese è più sottile e di diametro leggermente maggiore. Pur essendo tipica della Romagna, è ormai conosciuta in tutta l’Italia ed all’estero.

Questa ricetta è stata elaborata per poter produrre delle piadine leggere, sostituendo lo strutto con del burro, ma gustosissime ed in pochissimo tempo. Necessitano però di una padella  di metallo specifica, ampia e senza bordi, ed una macchina per tirare la pasta.

cart Lista ingredienti per quattro persone:

  • 500 g di farina 00
  • 150 g di burro di montagna
  • 2 bicchieri di latte fresco
  • un pizzico di bicarbonato
  • sale iodato

time Tempo di preparazione: 20 minuti

Preparare la pasta unendo alla farina il burro ammorbidito, il latte, il sale e un pizzico di bicarbonato.

Lavorare con le mani energicamente, aggiungendo latte o farina a seconda della consistenza della pasta, fino ad ottenere un composto liscio e sodo. Creare delle palline e lavorarle con le mani e con la macchina per la pasta fino ad ottenere dei rettangoli abbastanza sottili, comunque a seconda dei gusti personali, non necessariamente regolari. Diverse dalla classica forma circolare sono altrettanto accattivanti e semplici da farcire.

Scaldare bene la piastra e cuocere a fiamma vivace per 3-4 minuti per lato le vostre Piadine.

Servitele immediatamente accompagnandole con un generoso piatto di salumi a piacere (prosciutto cotto di alta qualità, prosciutto crudo di Montagnana, Culatello di Zibello, mortadella igp, salame o pancetta), formaggi morbidi (Squacquerone di Romagna, caprini freschi, Robiola piemontese, Casatella Trevigiana, ricotta fresca), della rucola fresca, insalata gentile fresca con qualche pomodorino e per finire, per i più golosi, tanta crema al cioccolato.

Un’idea per un pranzo o una cena in compagnia varia e divertente.

 

CONDIVIDI QUESTA RICETTA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Visitando, scorrendo e continuando la lettura accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi