Maccheroni alla Soppressata di Calabria DOP


maccheroni con soppressata di calabria dop

La Soppressata di Calabria DOP è preparata con un impasto di carne tritata a medio taglio, grasso ed elementi aromatici naturali come pepe nero in grani o in polvere, pepe rosso piccante, pepe rosso dolce, crema di peperoni o vino. Le parti del maiale utilizzate sono la spalla ed il prosciutto per la carne, mentre il grasso deriva dalla parte anteriore del lombo, vicino al capocollo. L’insieme viene pressato in modo da assumere una forma cilindrica schiacciata ai lati e poi sottoposto a stagionatura di media durata, che deve essere fatta allo stato naturale un apposito ambiente, igienicamente sano per circa 45 giorni. L’elaborazione del salume deve avvenire nella tradizionale zona di produzione sita nel territorio della regione Calabria ed i suini devono essere nati nel territorio delle regioni Calabria, Basilicata, Sicilia, Puglia e Campania ed allevati nel territorio della regione Calabria, dall’età massima di quattro mesi. Si presenta dalla forma cilindrica leggermente schiacciata, della lunghezza di 15 cm circa e di diametro di 6 cm circa. Al taglio risulta di aspetto compatto tendente al morbido, con una colorazione rosso naturale o rosso vivace uniforme a seconda dell’uso degli ingredienti naturali ed il sapore è più o meno intenso, comunque piccante, con sapidità equilibrata.

cart Lista ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di maccheroni
  • 50 g di burro
  • 50 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • 150 g di Soppressata di Calabria DOP piccante
  • 200 g di scamorza
  • prezzemolo fresco
  • 5 uova
  • sale
  • pepe nero

time Tempo di preparazione: 15 minuti

Lessate i maccheroni in abbondante acqua salata, tenendoli molto al dente. Scolateli e conditeli con il burro, il Parmigiano, la Soppressata pulita e tagliata a listarelle, la scamorza a dadini e abbondante prezzemolo tritato finemente. Sbattete le uova condite con del sale e del pepe ed unite alla pasta.

Disponete la pasta in una teglia da forno leggermente unta, spolverizzate con altro grana grattugiato ed infornate a 200 g per circa 30 minuti fino a quando la superficie sarà bella dorata e croccante.

Servite tiepide con una bottiglia di Barbera Monteferrato, di medio corpo e struttura , morbido e di dicreta acidità; un piatto unico da consumare anche il giorno dopo scaldato in forno, il tipico piatto che con il passare delle ore acquista bontà.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Visitando, scorrendo e continuando la lettura accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi