Involtino di Radicchio di Chioggia IGP


involtino-di-radicchio-di-chioggia-igp

E’ anch’esso figlio del più blasonato Radicchio di Treviso, il primo a fregiarsi in Europa del marchio di Indicazione Geografica Protetta (IGP), e si distingue per la forma sferica molto compatta, le foglie di colore rosso più o meno intenso con nervature centrali bianche che richiamano quella di una rosa. Il Radicchio di Chioggia IGP prende il nome dal luogo che gli ha dato fama, la graziosa città lagunare di Chioggia, a sud della laguna veneta, ma viene coltivato anche in altri comuni delle province di Padova, Rovigo e Venezia. Esportato in tutta Europa, è una tipicità di antiche tradizioni come riscontrato nel quaderno mensile dell’Istituto Federale di Credito per il Risorgimento delle Venezie (marzo 1923), nel volume “Cenni di economia orticola” di Pagani-Gallimberti dove viene indicata la tecnica colturale del radicchio ottenuto negli orti lagunari e infine nello studio “Orti sperimentali di Chioggia” (1935) in cui si riscontrano ricerche sulle nuove varietà di ortaggi e cicorie con particolare riferimento al radicchio. Prodotto nelle tipologie “precoce” e “tardiva” questo ortaggio croccante e leggermente amarognolo è ricco di fibra, vitamine, di calcio, fosforo e magnesio, con proprietà antiossidanti e antiradicali, diuretiche e depurative. Il Radicchio di Chioggia IGP si consuma soprattutto crudo, ma riserva piacevoli sorprese al palato anche da cotto in ricette di diverso tipo.

cart Lista ingredienti:

  • 1 cespo di Radicchio di Chioggia IGP
  • prosciutto cotto
  • scamorza affumicata
  • Parmigiano Reggiano grattuggiato
  • pepe
  • olio extravergine di oliva

time Tempo di preparazione: 15 minuti

Pulite e lavate il radicchio; sbollentate in acqua salata le foglie per qualche secondo; scolatele ed asciugatele delicatamente per non romperle.

Preparate gli involtini adagiando la foglia di radicchio su un tagliere, mettete la fetta di prosciutto, una generosa di scamorza ed una gratuggiata di pepe. Arrotolate l’involtino, se volete con l’aiuto di uno stuzzicadenti, e posizionatelo su una teglia da forno coperta con della carta.

Spolverizzate con del Parmigiano e condite con un filo d’olio e cuocete infine a 180 gradi  per qualche minuto, fino a quando il formaggio interno non sia sciolto.

Servite tiepidi come sfizioso aperitivo o antipasto leggero ma gustoso, con un calice di Orvieto fresco e qualche fetta di polenta grigliata che regalerà croccantezza ed una nota di gusto in più al piatto.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Visitando, scorrendo e continuando la lettura accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi