Farro della Garfagnana IGP con carote zucchine e mandorle


farro con carote zucchine e mandorle

Il farro è uno dei più antichi cereali utilizzati dell’uomo. La Garfagnana è l’unica zona che, per una solida tradizione agricola ed un’ambiente naturale particolarmente vocato, ha continuato a produrre e commercializzare il farro, rappresentando in Italia la zona di produzione per eccellenza di questo cereale che gode di un apprezzamento per della sua unicità e qualità. Il Farro di Garfagnana viene utilizzato localmente in alcune saporite ricette tradizionali come la zuppa di farro e torte, ma può essere utilizzato in cucina per qualsiasi piatto in sostituzione del riso o della pasta. Trasformato in farina viene utilizzato per la preparazione di paste, focacce, dolci e biscotti.

cart Lista ingredienti per 4 persone:

  • 200 g di Farro di Garfagnana IGP
  • 4 zucchine medie (le più piccole sono le più buone)
  • 2 carote fresche
  • 1 cipolla bianca
  • un mazzetto di erba cipollina fresca
  • 1 limone biologico
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • mandorle a scaglie

time Tempo di preparazione: 20 minuti

Cuocete il Farro in abbondante acqua bollente salata, seguendo le indicazioni della confezione.

Fate cuocere la cipolla tagliata sottilmente in poco olio e quando sarà ben stufata aggiungere le carote tagliate a dadini. Coprite e fate cuocere per 10 minuti. Aggiungere le zucchine tagliate grossolanamente, regolate di sale e pepe e continuate la cottura per altri 10 minuti. Quando le verdure saranno cotte ma avranno mantenuto croccantezza spegnete il fuoco ed incorporatevi il farro cotto in precedenza. Mescolate bene aggiungendo dell’erba cipollina tritata, le mandorle che daranno ulteriore croccantezza e succo di limone.

Servite a temperatura ambiente guarnendo il piatto con qualche mandorla e dei fili di erba cipollina, accompagnandolo da un Pinot Bianco fresco, di buona struttura e dai profumi intensi.

L’insalata potrà essere conservata in frigo e consumata anche fredda il giorno successivo, comodissima anche per la pausa pranzo.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Visitando, scorrendo e continuando la lettura accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi