Crostata di Pera Mantovana IGP e ricotta


crostata con pere mantovane igp e ricotta

Le varietà di Pera Mantovana sono sei: Abate Fetel, Conference, Decana del Comizio, Kaiser, Max Red Barlett e William, tutte caratterizzate da un sapore dolce più o meno aromatico ma si distinguono per il colore e rugosità della buccia. La zona di produzione è’ delimitata ad un’area della provincia di Mantova, dove, soprattutto nell’Oltrepo’, è sempre stata una pratica molto antica quella di coltivare la pera. La produzione però viene destinata all’auto consumo o al mercato locale a causa della difficoltà nella conservazione e nel trasporto di questo frutto; dopo l’unità d’Italia e nel primo dopoguerra il necessario riassetto produttivo spinge a valorizzare le attività esistenti. La coltivazione del pero si sviluppa particolarmente grazie anche alle innovazioni tecnologiche nel settore della conservazione e dei trasporti. I terreni sono caratterizzati da una tessitura media e gli impianti presentano una densità di piante molto basso. La forma di allevamento prevalente sono quelle del vaso emiliano, della palmetta e del fusetto. Pratiche di irrigazione, fertilizzazione e difesa fitosanitaria seguono i principi della produzione integrata. La Pera Mantovana ha proprietà diuretiche, depurative, regolatrici intestinali ed apporta poche calorie. La pera si conserva a basse temperature, per gustarla in tutta la sua fragranza è consigliabile tenerla 4/5 giorni a temperatura ambiente prima del consumo.

cart Lista ingredienti:

  • 4 Pere Mantovane IGP della varietà Max Red Barrett
  • 3 uova fresche
  • 120 g di zucchero
  • 200 g di pasta brisèe
  • 100 g di ricotta di pecora fresca

time Tempo di preparazione: 15 minuti

In una grande ciotola mescolate la ricotta, le uova e 100 g di zucchero fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Foderate una tortiera con la pasta brisèe e versateci il composto.

Tagliate a fettine le Pere Mantovane IGP con la buccia che avrete lavato benissimo e distrubuitele sulla crema.

Cospargete con lo zucchero rimasto e fate cuocere per 45 minuti a 170 gradi.

Servite a fine pasto, per i più golosi decorando con del cioccolato fondente, accompagnato da un Vermentino di Gallura fresco.

CONDIVIDI QUESTA RICETTA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Visitando, scorrendo e continuando la lettura accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi